A chi non sarà mai capitato di ammalarsi durante le ferie?I due istituti sono molto differenti fra di loro, e proprio perchè anche la Cassazione è intervenuta sul problema vale la pena approfondire la questione. Innanzitutto è bene chiarire i due concetti:

•Per malattia si indica l’alterazione dello stato di salute, cui conseguenza  sia la totale o parziale incapacità lavorativa. E’ da considerarsi come “la sospensione del rapporto di lavoro subordinato  causato dall’impossibilità sopravvenuta della prestazione lavorativa. La sua  insorgenza determina l’obbligo in capo al datore di lavoro di corrispondere  ugualmente la retribuzione, pur in assenza della prestazione lavorativa.

• Per ferie invece si intende il diritto irrinunciabile ad un periodo annuale che il lavoratore vanta allo scopo di reintegrare le energie psicofisiche  spese nella prestazione lavorativa e partecipare alla vita familiare e  sociale.

L’istituto si applica a tutti i lavoratori dipendenti, qualunque sia la qualifica, la mansione o il tipo di contratto. Durante il periodo di fruizione delle ferie al lavoratore deve essere corrisposta la normale retribuzione.

Veniamo a noi.

È bene chiarire che:

• La malattia insorta prima dell’inizio del periodo delle ferie non incide sulle ferie stesse

• In caso di ferie programmate il lavoratore deve essere considerato in malattia fino a completa guarigione, mantenendo il suo diritto di fruire le  ferie in un momento successivo;

• Se il lavoratore guarisce durante le ferie , una volta cessata la malattia egli potrà godere le restanti ferie, salvo recuperare successivamente quelle non  utilizzate.

Alla luce di ciò mi pare imporante richiamare

• L’art 6 Conv. OIL n.132/70, il quale vieta la sovrapposizione del periodo feriale con i periodi di astensione dal lavoro per diverse ragioni, quale la  malattia;

• La pronuncia della Corte Costituzionale n.616/87 nella quale viene dichiarato illegittimo l’art 2109 c.c. nella parte in cui non prevede la  sospensione del periodo feriale per la malattia intervenuta nello stesso periodo;
• La recente sentenza della Corte di Cassazione n.284 del 2017
in riferimento alla conversione di ferie in malattia,nella quale “la
trasmissione al datore di lavoro, da parte del lavoratore, di certificazione
della malattia durante il periodo di ferie e in relazione a giorni compresi
in tale periodo valga qualche richiesta di modificazione del titolo
dell’assenza (da ferie a malattia) pur in assenza di una comunicazione
scritta o orale, trattandosi di atto cui è consegnata in modo equivoco, la
volontà del soggetto di determinare l’effetto giuridico della conversione”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here